Visualizzazioni totali

domenica 14 luglio 2024

L’OMICIDIO DI POLICORO. PESTATO A SANGUE SU UNA PANCHINA A POCHI METRI DALLA COMPAGNIA DEI CARABINIERI

IL CITTADINO ROMENO E’ POI DECEDUTO NELLA NOTTE IN OSPEDALE. CITTÀ SGOMENTA. PARLA IL VICESINDACO MASSIMILIANO PADULA



POLICORO - L’omicidio nella notte di un cittadino romeno di 51 anni. L’uomo è stato pestato a sangue su una panchina a pochi metri dalla Compagnia dei carabinieri, nella centralissima via Monte Bianco. L’area è stata recintata con nastro catarifrangente e due militari impediscono l’accesso all’area. Attorno alla panchina i resti dell’aggressione e dell’intervento del 118: residui di guanti chirurgici, una bottiglietta d’acqua vuota. Il tutto si è verificato, presumibilmente, stante l’assoluto silenzio sulla vicenda da parte degli investigatori, alle ore 2 circa. Gli uomini dell’Arma indagano, visionando telecamere e ascoltando eventuali testi, per tentare di dare un volto ed un nome all’aggressore o agli aggressori dell’uomo. Che viveva di espedienti. Una signora che abbiamo trovato davanti alla caserma della Compagnia ci ha riferito che il suo connazionale d’inverno dormiva in un cantiere abbandonato alla periferia della città e d’estate su quella panchina. Si sentiva più sicuro. “Stamattina – ci ha detto, piangendo– gli ho portato da mangiare, come sempre. Ma non l’ho trovato. Ho trovato i carabinieri. Era un brav’uomo. Non dava fastidio a nessuno”. La città è sgomenta. In un bar tutti volevano sapere notizie dal cronista ma loro notizie in merito non ne avevano. Però c’è timore per questa recrudescenza di violenza. Due notti fa tre auto date a fuoco. Stanotte la morte violenta di una persona inerme. Così, il vicesindaco Massimiliano Padula: “Si tratta di fatti gravi che preoccupano noi e l’opinione pubblica. Ma Policoro non è violenta e, nel caso del cittadino romeno, possiamo affermare che la nostra gente è aperta e inclusiva. Credo che si tratti di fatti isolati e sporadici. Siamo sicuri che le forze dell’ordine individueranno i responsabili dando sicurezza all’opinione pubblica. Anche perché la nostra collaborazione con le forze dell’ordine è assoluta e costante”.

POLICORO. OMICIDIO A SEGUITO DI PERCOSSE NELLA NOTTE

INDAGANO I CARABINIERI. NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

I carabinieri della Compagna di Policoro sono al lavoro per ricostruire quanto accaduto nella notte, attorno alle ore 2. Un uomo, di nazionalità romena, sarebbe deceduto in seguito, pare, a percosse. Si tratterebbe, quindi, di un omicidio. L’uomo, a quanto è trapelato, sarebbe stato accompagnato al Pronto soccorso dell'ospedale Giovanni Paolo II° dal 118 e sarebbe deceduto in ospedale. La persona in questione, 51 anni, vivrebbe di espedienti dimorando in un cantiere abbandonato alla periferia della città. L’aggressione nei suoi confronti, però, sarebbe avvenuta in pieno centro, quasi davanti alla Compagnia dell’Arma.

sabato 13 luglio 2024

BOLLETTINO INCENDI. ROGO A BERNALDA. BONIFICA IN CORSO SULLA JONICA, TRATTO DI PISTICCI, CONTRADA CASINELLO

 

LA STATALE 106 INTERESSATA DA ROGHI DALLE 14.50 SINO ALLE 16 CON BLOCCHI E CODE A TRATTI

FUMO E CODE SULLA STATALE JONICA

Ancora una giornata di incendi nel Materano con le squadre dei vigili del fuoco della provincia super impegnate. Ecco il bollettino al momento.

Fiamme in un canalone di difficile accesso in contrada Avinella di Bernalda, non distante dalle aree interessate dell’incendio di ieri. Sta operando sul posto una squadra del Distaccamento di Policoro.

In fase di bonifica, invece, le aree percorse dalle fiamme, dalle 14.50 circa di oggi, lungo la 106 Jonica, nel tratto di Pisticci, contrada Casinello. Le fiamme hanno interessato la vegetazione di entrambi i lati dell’arteria rendendo difficile la circolazione. Che a tratti è stata sospesa. Sul posto hanno operato una squadra dei vigili volontari di Montalbano Jonico, in direzione Taranto, ed un’altra di Policoro, direzione Reggio Calabria. Dalle 16, tuttavia, carreggiate libere in entrambi i sensi di marcia.

STATALE 106 JONICA. RIMOSSO L’ULTIMO RESTRINGIMENTO: QUELLO SUL PONTE SUL SINNI, DIREZIONE REGGIO CALABRIA

ANAS DI PAROLA DOPO IL NOSTRO ARTICOLO DEL 12 GIUGNO SCORSO. COSI’, SU TUTTO IL TRATTO LUCANO, VACANZE A DUE CORSIE PER SENSO DI MARCIA SENZA… INTOPPI

LA JONICA SUL PONTE SUL SINNI, DIREZIONE REGGIO CALABRIA, OGGI

LO STESSO TRATTO DI 106 SINO ALLA GIORNATA DI IERI

ROTONDELLA – E’ stato rimosso nella giornata di oggi l’ultimo restringimento che era presente nel tratto lucano della Statale Jonica: quello sul ponte sul fiume Sinni, direzione Taranto – Reggio Calabria. La rimozione è potuta avvenire solo dopo la sostituzione di un giunto di dilatazione che era saltato e per il quale era stato necessario, a dirle tecnicamente, “parzializzare” la carreggiata.

Da oggi, dunque, dopo la chiusura di ieri dei cantieri di Policoro tutta la 106 di Basilicata è percorribile a due corsie per senso di marcia senza alcun intoppo. Un bel risultato, non c’è che dire, per quanti temevano una estate a velocità… ridotta e in fila indiana. Come negli ultimi fine settimana. Invece non sarà così.

Ricordiamo che il restringimento sul ponte sul fiume Sinni era stato da noi segnato il 12 giugno scorso con l’articolo dal titolo “Statale 106 Jonica. Ancora un restringimento sul ponte del Sinni, direzione Taranto-Reggio Calabria, per lavori che, almeno oggi, non abbiamo visto. Un nostro follower: “Da circa un mese c’è una pericolosa strettoia ma di lavori niente. quando sarà rimossa? Non vorremmo che diventi stabile per mesi come l’altra, in direzione opposta, eliminata solo nel gennaio scorso” leggibile, per chi lo volesse, cliccando sul seguente link https://filippomele.blogspot.com/2024/06/statale-106-jonica-ancora-un.html .

CICLISMO. INOSSIDABILE POZZOVIVO. DOMANI SARA’ LA PUNTA DI DIAMANTE, A 42 ANNI, DELLA VF GROUP BARDIANI-CSF FAIZANÈ AL GIRO DELL’APPENNINO

DOPO IL 20ESIMO POSTO AL SUO 18ESIMO GIRO D’ITALIA (RECORD DI PARTECIPAZIONI E CIRCUITO D’ONORE A ROMA!) ED IL 5° AL TOUR DI SLOVENIA ECCO IL CORRIDORE LUCANO NELLA CLASSICA CORSA ITALIANA. DOMANI TUTTI A FARE IL TIFO PER LUI! 



FONTE VF GROUP BARDIANI – CSF FAIZANE’ FACEBOOK

VF GROUP BARDIANI-CSF FAIZANÈ: LA FORMAZIONE PER IL GIRO DELL’APPENNINO

Domani il Giro dell'Appennino, ecco i 7 atleti scelti.

Al via domani il Giro dell’Appennino. La classica del calendario Italiano presenta lo stesso percorso dell’edizione 2023, con partenza da Novi Ligure e arrivo in via XX Settembre a Genova.

La VF Group Bardiani-CSF Faizanè ha scelto i 7 atleti che prenderanno parte alla gara: al via Domenico Pozzovivo, l’atleta più esperto del roster. Al suo fianco diversi giovani come il valtellinese Alessio Martinelli, che torna alle gare dopo un breve periodo di stop. A seguire il ciclocrossista modenese Luca Paletti e il vicentino Matteo Scalco. Al via anche una ruota veloce come Martin Marcellusi, in gran condizione e vicino al successo di tappa al Giro d’Austria, dove ha conquistato il secondo posto. Chiudono la formazione il campione Italiano gravel Samuele Zoccarato e Alex Tolio.

Il Giro dell’Appennino è visibile in differita su RaiSport domani alle 19:10.

LINE-UP:

Domenico Pozzovivo
Alessio Martinelli
Martin Marcellusi
Luca Paletti
Matteo Scalco
Alex Tolio
Samuele Zoccarato

DS Roberto Reverberi.

MONTALBANO JONICO. LA MORTE IMPROVVISA DI ENZO MILIONE. “PROFONDA TRISTEZZA E SGOMENTO” DEL CONSIGLIERE REGIONALE PIERO MARRESE

“ENZO NON ERA SOLO UN AMICO LEALE MA ANCHE UN PREZIOSO PILASTRO DELLA NOSTRA COMUNITÀ COME PRESIDENTE DEL COMITATO DI SAN MAURIZIO”

FONTE PIERO MARRESE FACEBOOK

Con profonda tristezza e sgomento, abbiamo appreso della perdita improvvisa di un caro amico e stimato concittadino, Enzo Milione.

Enzo non era solo un amico leale, ma anche un prezioso pilastro della nostra comunità, servendo con dedizione e passione come Presidente del Comitato di San Maurizio. Sua moglie, Silvana, è stata al suo fianco in ogni passo, condividendo con lui l'amore per il nostro paese e sostenendolo nel suo instancabile impegno.

Il suo incessante lavoro, la sua passione travolgente e il suo spirito generoso lascia un'impronta indelebile nelle nostre vite. Grazie a Enzo e Silvana, la nostra comunità montalbanese è diventata un luogo più unito e solidale.

La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile. A nome di tutta l’amministrazione comunale e della cittadinanza, porgiamo le più sentite condoglianze alla sua famiglia, in particolare a Silvana, in questo momento di immenso dolore. Che il ricordo di Enzo ci ispiri a continuare il suo impegno per il bene della nostra comunità.

TEMPERATURE TORRIDE. INCENDI IN BASILICATA. OGGI A MELFI, IERI A BERNALDA

SUPERLAVORO DEI VIGILI DEL FUOCO



L'INCENDIO DI BERNALDA. SERVIZIO FOTOGRAFICO DI GABRIELE LOPATRIELLO

Incendi di Basilicata nei giorni delle temperature… torride. Così i vigili del fuoco dei comandi provinciali di Potenza e Matera sono costretti ad un superlavoro. Oggi, ad esempio, tre squadre sono impegnate a Melfi per domare un rogo scoppiato nella zona del campo sportivo, al confine con Rapolla.

Ieri, invece, i colleghi di Matera hanno dovuto lavorare dalle 15 alle 21 circa per spegnere le fiamme scoppiate a Bernalda, nei pressi della Basentana, poco dopo l’incrocio di accesso alla cittadina del Metapontino. Tanto che la 407 è stata chiusa per circa un’ora. Il forte vento di scirocco, altresì, ha alimentato l’incendio. Sul posto è intervenuto un elicottero oltre ai mezzi dei vigili del fuoco e della protezione civile.